COMUNI-TA CURANTI Piossasco

COMUNI-TA’ CURANTI: a Piossasco si rinnova il progetto rivolto agli anziani

COMUNICATO STAMPA n. 1/2022

Dopo la positiva esperienza del progetto “Piossasco: una comunità che si prende cura”, sono in partenza nuove iniziative che coinvolgeranno i cittadini over 75 in attività a favore dell’invecchiamento attivo.

Torre Pellice, 15/03/2022 –  Il territorio del Comune di Piossasco si presenta come ambito dell’innovazione sociale. Grazie all’apporto e investimento di una Amministrazione Comunale che si è resa disponibile ad investire su alcuni settori di intervento che hanno permesso di coinvolgere finora un elevato numero di anziani residenti. Il progetto “Comuni-tà Curanti” intende proseguire l’esperienza sviluppatasi con le precedenti progettualità e co-costruita con l’Amministrazione Comunale a partire dal 2016. Progettualità che promuovono interventi di prevenzione e promozione della salute, di sostegno alla domiciliarità, di contrasto alla solitudine e volti al miglioramento delle relazioni sociali e del benessere delle persone anziani fragili.

In questa nuova edizione, il progetto intende continuare ad offrire opportunità ai nuovi 75enni residenti in Piossasco, attraverso la messa a disposizione di servizi e attività che rispondano ai loro bisogni ed interessi. Saranno resi disponibili percorsi personalizzati di promozione della salute, incontri di socializzazione e sarà possibile fruire di interventi finalizzati al sostegno alla domiciliarità e a promuovere l’invecchiamento attivo.

L’associazione La Bottega del Possibile coordina questa iniziativa – sostenuta dalla stessa Amministrazione Comunale, anche con il contributo della Regione Piemonte e Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – che si realizzerà grazie anche alla collaborazione dell’AslTo3, del Consorzio Intercomunale di Servizi Sociali CIdiS, della Residenza “San Giacomo” con la cooperativa Itaca che la gestisce e le associazioni locali e di volontariato.

Durante le scorse settimane, il Comune di Piossasco ha inviato la prima tornata di lettere, sottoscritte dal Sindaco Giuliano Pasquale, e indirizzate ai cittadini in questa fascia d’età, dando priorità agli anziani che vivono da soli: i cittadini sono stati informati dell’avvio del progetto e delle opportunità offerte, tra queste anche la possibilità di ricevere una visita domiciliare da parte di professionisti qualificati, nel corso della quale verrà somministrato un questionario per rilevare bisogni, desideri e disponibilità per mettere a valore le competenze e risorse della persona stessa.  Successivamente gli operatori, dopo aver analizzato i bisogni e i desideri dell’anziano,  proporranno allo stesso attività affini e utili al miglioramento della qualità della vita.

Il progetto si avvale infatti di un gruppo di professionisti in grado di elaborare insieme percorsi su misura, tra questi Educatori, Operatori Socio-Sanitari, Infermieri, Assistenti Sociali e non solo. Rappresenta inoltre un’opportunità anche per tutte le famiglie con bisogni di cura particolari: la RSA “San Giacomo” mette a disposizione le proprie competenze per offrire servizi domiciliari e diventare punto di riferimento e di orientamento per necessità specifiche.

“La scelta di appoggiarsi a diverse figure professionali appartenenti all’ASL, alla RSA San Giacomo, al Consorzio dei Servizi Sociali Cidis, coinvolgendo l’associazionismo locale, è mirata ad una integrazione del modo di operare tra servizi, per migliorare la risposta ai cittadini e per andare incontro ai loro reali bisogni”, riporta Pasquale Giuliano Sindaco di Piossasco.

Favorire le buone abitudini e stili di vita, creare una rete di servizi orientata a raggiungere le persone, creare comunità che si prendono cura. Questi gli obiettivi di “Comuni-tà Curanti”, ma non finisce qui: “è un progetto ad alto tasso partecipativo – afferma Salvatore Rao (Presidente de La Bottega del Possibile) –  vogliamo valorizzare le competenze e le esperienze di ciascuno, per rendere meno soli coloro che hanno bisogno di vicinanza ed è pertanto possibile rendersi disponibili a collaborare come volontari, a qualsiasi età”.

Per informazioni sul progetto e sulle modalità di partecipazione è possibile contattare direttamente l’Associazione La Bottega del Possibile al numero 339 2244801, oppure via mail all’indirizzo progetti@bottegadelpossibile.it.