Borsa degli attrezzi 2013

“Io sono ottimista perché l’Italia è ricchissima di capitale umano”

Rita Levi Montalcini

La nostra Costituzione “È la più bella del Mondo”. Anche attraverso le nostre proposte ed esperienze vogliamo amarla, difenderla, farla conoscere perché sia garante di diritti per tutti, soprattutto per le persone più deboli, più isolate, più escluse,  anche per il rispetto del diritto della loro Domiciliarità.

LA BORSA  DEGLI  ATTREZZI” 2013, il nostro laboratorio culturale di politica sociale, articolato nei suoi diversi  “filoni” tematici, vuole dare un contributo anche in tal senso  per “accompagnare” le persone, le famiglie, gli operatori sociali, sanitari e di professioni “altre”, i volontari, i pubblici amministratori, verso una cittadinanza sempre più attiva che, riducendo il “welfare fai da te” e partendo da quanto negli anni abbiamo costruito, scopra con “l’approccio della possibilità” nuovi percorsi, aggiuntivi a quelli già conosciuti e sperimentati, verso una comunità più partecipata, rispettosa dei valori che mettono

al centro la persona più fragile

più sola, non sufficientemente sostenuta dalla famiglia e dalla comunità locale.

Vogliamo dire no con forza, anche attraverso i vari incontri formativi che proponiamo,come occasioni di scambi di esperienze, a chi vuole “mantenere le persone povere perché così restano umili”!!

Ci auguriamo che la nostra “Borsa degli Attrezzi”, opportunità formativa e promozionale a disposizione degli operatori ma non solo, con le sue varie tematiche attinenti a problemi concreti, anche di fatica e di sofferenza, integrata dal nostro sempre interessante “Punto d’Ascolto sulla Domiciliarità, sia accolta dal “Paese Italia” per arricchirci vicendevolmente, “individualmente insieme”, nel confronto tra pensiero, culture, saperi ed esperienze, per renderci più “attrezzati”, curiosi e creativi, più forti e attivi nella promozione di diritti, doveri e responsabilità, soprattutto per essere accanto agli “ultimi della fila”, al fine di diventare tutti insieme, attraverso alleanze multiple e virtuose, più sani, più sereni e, magari, anche più felici.

Buon 2013 con la nostra “Borsa degli Attrezzi” che alzando lo sguardo verso nuovi orizzonti, vuol essere sempre più arricchente verso una “comunità amorevole”.

 

VENITE CON NOI  –  RINNOVATE LE EMOZIONI  –  PASSATE PAROLA

Torre Pellice, 17/1/2013

La Presidente

Mariena Scassellati Sforzolini

 

Alla scoperta della “Carta dei Desideri”

con una borsa piena di buoni attrezzi

Attenzione alla Costituzione e rispetto per le persone più deboli: così l’attività de “La Bottega del Possibile” coniuga politica ed etica.  Come insegnò Aristotele nella sua filosofia delle cose dell’uomo, politica ed etica sono tra di loro in relazione e la felicità è il fine cui tende l’uso retto della ragione. Una felicità aristotelicamente intesa come la intende la “Bottega”:  non quella di chi ammassa individualmente ricchezze, bensì quella dell’ascolto e del dialogo tendenti a un arricchimento  vicendevole. Quella felicità che deriva dal confronto delle diversità che rende le persone più consapevoli e attive.

Tutto ciò non è filosofia astratta, ma una concreta attrezzatura, anzi una “Borsa degli attrezzi” fatta di parole dietro alle quali ci sono delle cose. Il programma delle attività per il 2013 parla infatti di “Cantiere per un nuovo welfare”; di “professioni nella relazione d’aiuto”. E naturalmente di tutela dei più deboli, degli ultimi e di quel diritto che è la domiciliarità.

Così, nel ricordare la Costituzione, la “Bottega” ne esalta le qualità più profondamente attuali e vive: “La più bella del mondo”. E “Carta dei Desideri”, come suona nelle parole di Roberto Benigni. Definizioni corrette e condivisibili entrambe, a condizione che l’applicazione di questa bellissima Carta dei desideri sia piena e completa per tutti, in modo da permettere di esprimere al meglio quella ricchezza preziosa e insostituibile costituita dal capitale umano di cui – come ricorda la citazione della grande e compianta Rita Levi Montalcini – l’Italia è generosamente dotata.

 

Febbraio 2013

Piero Gastaldo

Segretario Generale della Compagnia di San Paolo