Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

24° PUNTO D’ASCOLTO SULLA DOMICILIARITÀ

QUANDO LA DOMICILIARITÀ È IN DIVENIRE:

Il diritto dei bambini e degli adolescenti alla domiciliarità sana e generativa

19 ottobre
images
presso:
Centro Paideia
Via Moncalvo, 1, Torino
+ Google Map:

PRESENTAZIONE

Il “Punto d’Ascolto” è un appuntamento particolare per la nostra Associazione, poiché fin dalla sua nascita ha voluto inserire tra le sue attività questo evento per farne un momento speciale di riflessione, pensiero ed elaborazione. A distanza di tempo, continua ad essere l’evento cardine de “La Bottega del Possibile” per riflettere e confrontarsi sul suo progetto, sul concetto culturale e sulla traduzione del lemma Domiciliarità.
Un appuntamento annuale voluto per farne anche occasione di incontro tra i soci dell’Associazione, per coinvolgere gli operatori del sistema, i gestori dei servizi e i soggetti attivi della comunità; per valutare il cammino compiuto e i risultati conseguiti, nonché quanto questo nostro progetto abbia contaminato l’operare e l’agire degli operatori incontrati.

Per un certo tempo si è pensato che il riconoscimento, il diritto e il sostegno alla domiciliarità riguardasse solo gli anziani, mentre ogni persona, indipendentemente dal genere, età, etnia, ha la sua domiciliarità.
Una buona domiciliarità contribuisce ad una vita buona e serena. Se per Domiciliarità intendiamo una sorta di nicchia ecologica dove la persona sta bene, sente di essere a suo agio, dove desidera vivere e abitare, dove la persona sente di aver “stretto” un legame con quel luogo, contesto ambientale e sociale che non vorrebbe abbandonare.
Ecco perché anche per un bambino, dobbiamo saper sostenere e tutelare quella domiciliarità in formazione che contribuisce al suo ben-essere e al suo ben-stare in quel contesto e luogo salutare. Fermarsi a riflettere sulla domiciliarità dei bambini/adolescenti è questione delicata e complessa; riconoscerne la complessità, per non semplificarla, è certamente un passaggio necessario per poter proseguire una riflessione ed elaborazione su questa tematica.
La Bottega del Possibile ha affrontato, a livello transprofessionale e transdisciplinare, in due precedenti seminari questa tematica, ancora per molti aspetti inesplorata a fronte di preoccupanti dati di contesto in cui cresce il numero di minori in stato di povertà, famiglie non sufficientemente capaci di rispondere ai bisogni dei bambini, genitori separati che non trovano pace e non riescono ad anteporre gli interessi e i diritti dei loro ragazzi ai propri bisogni, desideri e rivendicazioni, genitori di cultura e Paesi diversi e lontani che chiedono ai figli di non venire a contatto e di non fare proprie le modalità di vita dei propri coetanei, imponendo regole incomprensibili e spesso inaccettabili, genitori violenti, genitori malati che proprio in ragione del loro malessere psichico non possono essere genitori adeguati alle necessità dei loro figli.
Il confronto sviluppato nelle due occasioni seminariali ha messo in luce aspetti, nodi e snodi del diritto alla domiciliarità dei minori che riguardano:
a) il sistema valoriale in gioco. I bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze posseggono per natura il diritto ad essere intesi come soggetti attivi e in grado di partecipare alla propria tutela;
b) il sistema degli equilibri in gioco. Per garantire il preminente interesse del minore le diverse istituzioni coinvolte in questo ambito debbono impegnarsi in una sfida collegiale per tenere in equilibrio il diritto alla protezione (quando necessario, anche dai propri familiari) con il diritto al mantenimento dei legami affettivi e non solo di quelli familiari;

c) il sistema genitorialità. Questo sistema complesso necessità in primo luogo del riconoscimento delle enormi fatiche sostenute da madri e padri quando sono chiamati a cambiare, a ricostruire la loro capacità, la loro identità.;
d) il sistema delle variabili e dei Servizi in gioco. Sono vaste variabili che entrano in gioco nei procedimenti giudiziari.

La rilevanza delle quattro aree sopra evidenziate ci hanno indotto a dedicare una particolare attenzione al DIRITTO DEI MINORI AD UNA DOMICILIARITÀ SANA E GENERATIVA nello spazio del 24° PUNTO DI ASCOLTO, il primo in assoluto dedicato ad indagare la domiciliarità dei minori, il cui programma di dettaglio verrà definito con i protagonisti dei due seminari realizzati nel 2016 e 2017 e successivamente pubblicato e diffuso sia tramite il nostro sito web sia con gli strumenti che riterremo più idonei al fine di garantire la vostra partecipazione.
In attesa…continuate a seguirci anche attraverso il nostro sito web: bottegadelpossibile.it.


Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

ACCEDI ORA AL SITO:


DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (presente solo se già disponibile):

Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

    Details

    Date:
    19 ottobre

    Organizzatore

    Associazione La Bottega del Possibile
    Phone:
    0121/953377

    Luogo

    Centro Paideia
    Via Moncalvo, 1, Torino + Google Map:
    Le iscrizioni online per questo seminario al momento sono chiuse.
    Per avere informazioni è possibile contattare la segreteria telefonicamente o via fax al numero 0121/953377 oppure inviando una mail a segreteria@bottegadelpossibile.it