Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

ALZHEIMER: È POSSIBILE PREVENIRE IL NAUFRAGIO DELLA MENTE?

4° Filone: DOMICILIARITÀ – FRAGILITÀ – NON AUTOSUFFICIENZA
9 maggio 08:30 - 16:30
Anziana mento su mano
presso:
RSA Il Trifoglio
Via Andorno, 17 , Torino 10153
+ Google Map:

CODICE EVENTO: 33573
DESTINATARI: tutte le professioni

CODICE EVENTO: 32697
DESTINATARI: Assistenti Sociali

PRESENTAZIONE

Nello scenario attuale dominato dall’invecchiamento della popolazione mondiale (e italiana, in particolare), le malattie neurodegenerative stanno assumendo tra le patologie emergenti una forte rilevanza sanitaria, sociale, assistenziale, nonché economica. L’età appare, quindi, di gran lunga il più importante fattore di rischio per varie patologie per il semplice motivo che esiste una fondamentale verità biologica, malgrado da qualche decennio la stiamo contrastando con un certo successo: non siamo stati “costruiti” per invecchiare ma per vivere abbastanza a lungo da poter creare un ricambio generazionale e assistere la prole nei primi anni di vita.
Gli studi scientifici da tempo hanno individuato alcune promettenti strategie di prevenzione della fragilità e delle varie patologie neurogeriatriche, le demenze in particolare, fornendoci la possibilità di allontanare, anche per uno o due decenni, la fragilità e la dipendenza dagli altri attraverso un corretto stile di vita, che nelle donne assume un ruolo sostanziale in quanto hanno una vita più lunga rispetto ai maschi, ma con un più pesante fardello di vulnerabilità, di malattie e di farmaci, ai quali peraltro possono rispondere in maniera diversa rispetto all’altro genere e con maggior carico di eventi avversi.
Demenza, un caso su tre è evitabile se si modificano gli stili di vita sin da giovani. Così titolava Repubblica nel 2017 commentando una ricerca: nel luglio del 2017 una commissione internazionale di 24 esperti voluta dalla prestigiosa rivista medica The Lancet aveva identificato in tutto nove fattori di rischio modificabili da conoscere e combattere per ridurre i casi di demenza, Alzheimer compreso, di oltre un terzo (circa 35%). Gill Livingston ed altri 23 esperti internazionali avevano ufficialmente aggiunto due “nuovi” fattori di rischio modificabili per demenze, la sordità e la scarsa socializzazione, al preesistente elenco noto dal 2011 che ne segnalava sette: da quel momento, diabete mellito, ipertensione arteriosa e obesità in età adulta, fumo, depressione, bassa scolarità, sedentarietà avevano altri due compagni di sventura!
Sano é chi vuol sapere! Attività motoria ricreativa, impegno sociale e sana curiosità intellettuale, uniti ad una alimentazione corretta devono responsabilmente cominciare prima possibile.
Il seminario si propone pertanto di esaminare quanto stili di vita sani, azioni di prevenzione, metodologie di intervento già sperimentate, possano incidere nel contrastare il decadimento cognitivo, quanto queste pratiche contribuiscono a migliorare il benessere e la qualità della vita delle persone, non solo nei primi stadi della malattia.


Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

ACCEDI ORA AL SITO:


DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (presente solo se già disponibile):

Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

    Details

    Date:
    9 maggio
    Time:
    08:30 - 16:30

    Organizzatore

    Associazione La Bottega del Possibile
    Phone:
    0121/953377

    Luogo

    RSA Il Trifoglio
    Via Andorno, 17 , Torino 10153 + Google Map:
    Le iscrizioni online per questo seminario al momento sono chiuse.
    Per avere informazioni è possibile contattare la segreteria telefonicamente o via fax al numero 0121/953377 oppure inviando una mail a segreteria@bottegadelpossibile.it