Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

IL MESTIERE DELL’EDUCATORE TRA “LAW AND DISORDER”: DIVERSI PROFILI – DIVERSE EPISTEMOLOGIE ?

2° Filone: PROFESSIONI NELLA RELAZIONE D'AIUTO
29 marzo 08:30 - 16:30
Autism Puzzle Boy
presso:
SFEP
via Cellini 14, Torino
+ Google Map:

CODICE EVENTO: 33088
DESTINATARI: tutte le professioni

PRESENTAZIONE
Recenti provvedimenti legislativi hanno modificato il profilo dell’educatore professionale, con contraddizioni che, da un lato, stanno disorientando operatori e servizi e, dall’altro, procurando un’ennesima frammentazione del welfare in direzione contraria a quella stabilita dalla ormai dimenticata legge 328/2000.
Abbiamo oggi:
l’educatore professionale sanitario formato, all’interno dei dipartimenti di medicina e chirurgia, L SNT/02 classe delle lauree in professioni sanitarie della riabilitazione. Si è recentemente avviata la procedura per l’iscrizione agli Albi (istituiti con il DM 13 marzo 2018) delle 17 professioni sanitarie afferenti all’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione, e della Prevenzione;
l’educatore professionale socio-pedagogico o educatore sociale con tre indirizzi di educatore sociale, formatore continuo, educatore nido, formato all’interno dei dipartimenti di scienze umane o umanistiche L 19 classe delle lauree in scienze dell’educazione e della formazione. Al momento nessuna prefigurazione di Albo professionale.
Questa differenziazione rinforza la già preesistente frammentazione nell’area dell’educazione extrascolastica in diversi sottosistemi tra interventi socio educativi, socio assistenziali, socio sanitari e socio pedagogici.
Il seminario, pur considerando le contraddizioni interne a questa professione che hanno costituito il brodo di coltura per questa assurda frammentazione, si vuole concentrare sulle epistemologie del lavoro educativo che, al di là di esse, hanno animato l’evoluzione – fin dagli anni ‘50 del secolo scorso – della figura dell’operatore educativo. Quali sono stati, quali sono oggi i fondamentali approcci alla struttura formale delle scienze pedagogiche che possono ispirare l’azione dell’educazione extrascolastica? Quale autonomia delle discipline di servizio educativo rispetto ai potentati della medicina e della pedagogia tradizionale? Quali autonome elaborazioni da parte della comunità professionale degli educatori – a livello inter ed extra accademico – di teorie, metodi e tecniche per approcciare le nuove sfide sociali? Quando, anche attraverso una qualificata attività di ricerca teoretica, le Scienze Educative saranno disciplina autonoma e non più semplice appendice di altre Scienze tradizionalmente riconosciute?
Su queste direttrici il seminario chiama al confronto gli impianti di concettualizzazione del lavoro educativo che hanno caratterizzato le diverse età dell’azione professionale muovendo dalla provvisoria reale utopia che ha consentito di superare la segregazione nelle istituzioni totali (manicomi, istituti, carceri, riformatori) verso l’integrazione sociale (servizi educativi territoriali nelle diverse forme organizzative). E poi che succede? A quali prospettive, sulla base di quali nuovi saperi, si sta oggi orientando il lavoro educativo? Quali i saperi consolidati, la ricerca sui nuovi saperi che riguardano specificatamente l’approccio educativo alla domiciliarità?


Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

ACCEDI ORA AL SITO:


DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (presente solo se già disponibile):

Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

    Details

    Date:
    29 marzo
    Time:
    08:30 - 16:30

    Organizzatore

    Associazione La Bottega del Possibile
    Phone:
    0121/953377

    Luogo

    SFEP
    via Cellini 14, Torino + Google Map:
    Le iscrizioni online per questo seminario al momento sono chiuse.
    Per avere informazioni è possibile contattare la segreteria telefonicamente o via fax al numero 0121/953377 oppure inviando una mail a segreteria@bottegadelpossibile.it