Caricamento Eventi

PRENDERSI CURA DI CHI SI PRENDE CURA:

QUALI SERVIZI, MISURE E INTERVENTI PER RICONOSCERE E SOSTENERE I CAREGIVER

borsa_degli_attrezzi LA BORSA DEGLI ATTREZZI
26 giugno 09:00 - 13:00
Ass-domiciliare_l1uq4551
presso:
SFEP
via Cellini 14, Torino
+ Google Map:

SEMINARIO

PRESENTAZIONE
In Italia il profilo del Caregiver familiare è stato riconosciuto ufficialmente dalla legge 205/2017 (legge di bilancio 2018), che ha istituito un Fondo per la copertura finanziaria di interventi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale svolta dal Caregiver familiare. Tale legge identifica il Caregiver familiare come la persona che assiste e si prende cura di un familiare che, a causa di malattia, infermità o disabilità, non è autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé.
I presupposti che devono configurarsi, quindi, perché una persona possa dirsi “Caregiver” risiedono nel rapporto che la lega alla persona assistita (coniuge, unione civile, convivenza di fatto, parentela o affinità) e alle condizioni di salute della persona che si assiste, condizioni che a loro volta devono essere riconosciute dall’apposita commissione di valutazione, altresì, tali condizioni devono determinare il riconoscimento della “disabilità grave” (ai sensi dell’art. 3, comma 3, L. 104/92) o dell’indennità di accompagnamento.
La legge di bilancio 2024 ha abrogato il comma della legge 178/2020 che istituiva il fondo. Fondo che aveva consentito di distribuire alle Regioni, per gli anni 2021- 2022 -2023, 30 milioni di euro, resta quindi da capire come sarà possibile reperire i fondi necessari per continuare a dare un adeguato supporto e riconoscimento.
La rete europea delle organizzazioni che rappresentano i caregiver definisce il caregiver familiare come una persona che, in veste non professionale, si prende cura di un familiare, un amico o un vicino di casa che, in quanto malato, fragile o disabile, ha necessità di aiuto. Una più ampia descrizione è desumibile dalla Carta europea del caregiver familiare elaborata dalla Confederazione delle organizzazioni di famiglia con persone disabili dell’Unione europea. In sintesi si può affermare che il caregiver familiare risponde al bisogno affettivo, relazionale e di sicurezza del proprio caro, effettua il disbrigo di pratiche amministrative, si rapporta con gli operatori dei servizi e si prende cura, direttamente o con l’aiuto di terzi, del supporto alle funzioni di vita quotidiana delle persone assistite.
L’attività del Caregiver familiare è faticosa, usurante, richiede impegno, costringe le persone a scelte che influiscono sulla propria vita privata, professionale e sociale. Spesso il caregiver si lascia completamente assorbire dal lavoro di cura, isolandosi dal proprio contesto relazionale, trascurando la propria salute e il proprio benessere.
Diverse regioni italiane hanno legiferato in merito, introducendo norme che riconoscono la figura del caregiver e relativi supporti e riconoscimenti. In Parlamento sono state depositate diverse proposte di legge “per il riconoscimento e il sostegno dell’attività di cura svolta dal caregiver familiare”, avanzate da diversi parlamentari. La recente riforma sugli anziani non autosufficienti, ha rinviato a futuri provvedimenti gli interventi su questa specifica materia, lasciando invariata così l’attuale situazione.
Ma quali sono i diritti riconosciuti ai caregiver? Quali supporti e riconoscimenti vengono assicurati da parte del sistema dei servizi? A quale servizio o sportello possono rivolgersi per trovare ascolto?
Il seminario si rivolge ai caregiver e agli operatori dei servizi in generale e proverà ad entrare nel merito di queste domande; sarà, inoltre, occasione per valutare come poter contribuire al varo di una norma che è attesa e sollecitata da moltissime realtà associative.


Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

ACCEDI ORA AL SITO:


DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (presente solo se già disponibile):

Per visualizzare la documentazione devi accedere al sito.

    Details

    Date:
    26 giugno
    Time:
    09:00 - 13:00

    Organizzatore

    Associazione La Bottega del Possibile
    Phone:
    0121/953377

    Luogo

    SFEP
    via Cellini 14, Torino + Google Map:

    Iscrizione all'evento formativo:

    Seminario 26-06-2024€ 25,00 IVA inclusa
    Le iscrizioni agli eventi formativi che prevedono il rilascio dei crediti ECM saranno registrate anche sul portale ECM Piemonte dalla segreteria dell'Associazione, passaggio obbligatorio.

    Procedendo all'acquisto del biglietto ti verrà proposta la registrazione al sito per accedere successivamente alla documentazione riservata. Inoltre potrai scegliere il metodo di pagamento che meglio si adatta alle tue esigenze.